Quarantena: come affrontare l’isolamento a casa e prepararsi a tornare a vivere? Ce lo chiediamo tutti i giorni, girls: siamo solo all’inizio delle misure restrittive anti corona-virus e la cosa più saggia è mettere in campo strategie adeguate.

Non è questo il luogo per affrontare il problema delle migliaia di persone ammalate, di quelle che lottano per sopravvivere e degli eroi che quotidianamente, negli ospedali, le sostengono nella loro battaglia. E’ un’emergenza grave e il contributo che possiamo dare è uno solo: limitare il contagio restando a casa. Punto.

OK, ma come uscirne?

Proviamoci ragazze: quest’incubo finirà. Bisogna far passare la nottata. E l’unico modo per farlo è cercare di viversi al meglio questo periodo, trasformando una minaccia in opportunità. In fondo, non ci lamentiamo sempre? “Non ho mai tempo per me”… “Vivo costantemente nell’ansia”… “vorrei potermi fermare un po’” E allora cerchiamo di assaporare questi minuti e queste ore: sono sprazzi di vita che non torneranno. Tanto vale cercare di tirarne fuori qualcosa.

Ho creato per voi (ma anche per me stessa, sono onesta) un mini-elenco di attività che possono alleviare lo sbatti dell’isolamento e della noia, pregandovi si segnalarmi le vostre idee e strategie inviando una mail a annalisa@glamove.com. Faremo un altro post sull’argomento!

  1. CONTINUIAMO AD ALLENARCI

OK, le palestre sono chiuse.

OK, non è chiaro nemmeno se sia consentito correre/passeggiare da soli (Non solo per il Decreto, ma anche per evitare infortuni che sovraccaricherebbero inutilmente i PS già in affanno).

Allora, invece di angosciarci pensando “Maledetto Coronavirus, a furia di mangiare mi verrà un culone infinito”, possiamo continuare a muoverci in casa. Anche più di prima se vogliamo. Quando mai, nella vita frenetica di tutti i giorni, ci è consentito fare un workout glutei al mattino presto, una breve sessione di cardio prima di pranzo e un flow di yoga la sera? Online si trova qualunque cosa, possiamo approfittarne.

Dove trovare spunti?

Instagram: noi stiamo postando sul nostro profilo @glamovefitness workout proposti da ragazze adorabili che hanno creato allenamenti a tutti i livelli. Seguiteci please!

Youtube: c’è l’imbarazzo della scelta. Tra i canali interessanti cito Tone it Up, POPSugarFitness e SELF (con tante altre cose curiose per passare il tempo), ma digitando “Workout” nella search bar esce il mondo, c’è da perdersi. Per lo yoga, la nostra Silvia Pizza ha iniziato a postare pratiche sul suo canale Silvia Pizza, seguitela! Segnalo inoltre Yoga By Candace, AloYoga e Yoga with Adriene.

Pinterest: nel nostro account @glamovefitness ci sono ci sono decine e decine di workout, suddivisi in categorie: Total Body, Lower & Upper Body, Yoga e Stretching. Seguiteci anche lì (tra parentesi, Pinterest è davvero una miniera di idee, consiglio vivamente di crearvi un profilo se non l’avete già).

Fitness APP: segnalo, tra le decine di APP disponibili nei vari APP Store, quella messa a disposizione gratuitamente da McFIT, Cyberobics. Decine di workout proposti da TOP trainers internazionali, in location da urlo (così si può anche sognare di poter presto tornare a viaggiare), usufruibili in maniera completamente gratuita. Come sempre i ragazzi di McFIT sono al TOP.

Dopo gli allenamenti, non dimentichiamo di prenderci cura della nostra pelle con uno skincare specifico: nella comodità di casa non abbiamo scuse. (in più, i 3 Post-workout essentials GLAMOVE sono scontati del 30%… E c’è pure il bauletto in omaggio iscrivendosi alla newsletter! Li trovi QUI 

2. MEDITAZIONE E MINDFULNESS: è il momento buono per iniziare

OK, non voglio banalizzare nulla: si tratta di discipline serie, che certo non si possono apprendere in una mezz’oretta. Sono pratiche millenarie, che possono concorrere, tra l’altro,  a ridurre lo stress ed alzare le difese immunitarie (cosa buona e giusta, più che mai di questi tempi). Io ho trovato molto utile questo articolo, che illustra in pochi semplici step i primi rudimenti. 15-20 minuti al giorno non sono molti, ma possono davvero fare la differenza.

Per chi come me preferisce la meditazione guidata, segnalo il profilo Instagram di Deepak Chopra @deepakchopra (ha appena postato una meditazione specifica in tema Corona Virus, super-consigliata). Non fatevi sfuggire inoltre un grande evergreen: la “6 phase meditation” di Vishen Lakhiani (fondatore di Mindvalley), su Youtube a questo link. Una sorta di percorso, suddiviso in fasi, che aiuta a superare il passato, vivere con gratitudine il presente e soprattutto costruire in modo proattivo e fiducioso il futuro, con l’aiuto di un’energia superiore. Davvero perfetta, specialmente in un momento come questo.

3. SVILUPPO PERSONALE. Strumenti per affrontare meglio la realtà, resettare tutto e ripartire da zero

Hai presente quei libri che da sempre ti riprometti di leggere (o rileggere), grandi classici come Napoleon Hill, Joseph Murphy, Wayne Dyer, Tony Robbins? Quale momento migliore per investire un’ora al giorno per migliorare noi stesse e il modo in cui reagiamo alla vita e costruiamo la nostra realtà? Si possono acquistare online of course, o scaricare direttamente su Kindle attraverso Amazon.

Perché la forma fisica va bene, ma costruire la nostra consapevolezza e plasmare il futuro con obiettivi concreti è altrettanto importante. Ora abbiamo il tempo per farlo!

4. RIESUMARE VECCHIE PASSIONI e trovarne di nuove

Ammettiamolo: quante di noi riescono a portare avanti vere passioni collaterali e interessi vari? Tra il lavoro, la palestra/corsa, la famiglia, la vita sociale (non so voi, io poca), la nostra vita in situazioni normali è un tagadà. Perché non cogliere l’occasione di questo momento di calma forzata per rispolverare una lingua straniera, cimentarsi con ricette mai sperimentate, imparare a leggere i Tarocchi, appassionarsi di astronomia? Riprendere in mano uno strumento musicale? Imparare a cantare? Finché c’è Internet c’è speranza, girls! Può dare accesso a un intero universo da esplorare, non accontentiamoci di Netflix e divano!

5. DECLUTTERING

Lo conoscete tutte: è un noto neologismo americano, che si può tradurre come “togliere ciò che ingombra, eliminare la confusione”. Quale momento migliore di questi giorni barricate in casa per sbarazzarci di inutile ciarpame e dare un nuovo aspetto ai nostri spazio? L’obiettivo è fare piazza pulita delle cose inutili in casa, per  vivere più liberi.

Online c’è un mondo di articoli utilissimi, io ho trovato interessante questo, che consiglia di procedere una stanza alla volta, suddividendo gli oggetti in categorie (“da buttare, da regalare, da riparare, da riciclare”). E’ un’esperienza davvero rigenerante, che regala chiarezza mentale e fiducia in se stessi: da provare.

6. VISUALIZZAZIONE E VISION BOARD

Per superare questo momento di incertezza e difficoltà, pensare “positivo” non basta. Ciò che serve è prendersi del tempo per rilassarsi e visualizzare nel modo più intenso e concreto possibile situazioni e momenti che desideriamo, anziché alimentare le nostre paure. Immaginiamo cosa vogliamo fare, dove vogliamo andare, chi vogliamo vedere ed abbracciare quando l’emergenza sarà finita. Nei minimi dettagli, usando tutti i sensi.

Il procedimento è semplice, come spiega Jack Canfield, Guru dello sviluppo personale e vero cultore della Vision Board, in questo articolo. Si parte da una lista di obiettivi quanto possibile concreti e verificabili, e gli si da forma e concretezza utilizzando fotografie e immagini. Si può procedere in due modi: ritagliando le immagini da riviste cartacee, o cercandole online. Le immagini ritagliate dalle riviste andranno poi incollate su un foglio A3, da tenere sempre in vista e riguardare un paio di volte al giorno. Servirà a non abbattersi, a non perdere di vista l’obiettivo e a dargli forza e concretezza, anche con l’energia dei nostri pensieri.

Le immagini digitali (trovate su Google o anche quelle della nostra gallery personale), invece, possono essere raggruppate visivamente e salvate in una Vision Board personalizzata attraverso una delle tante APP disponibili. Io consiglio Hay House Vision Board, disponibile per Iphone e Ipad, ma ce n’è veramente di tutti i tipi. Le immagini generate (una specie di grande collage di sogni, desideri e obiettivi) possono essere salvate e visualizzate più volta al giorno, o addirittura utilizzate come sfondo del telefono… Sembra incredibile, ma avere sempre sotto’occhio un’insieme di immagini e situazioni positive serve a dare speranza e fiducia nel futuro. E ne abbiamo tutte un gran bisogno, ora.

Annalisa

PS Questo post non intende in alcun modo mancare di rispetto o banalizzare quella che è una pandemia globale con conseguenze serissime per la salute e l’economia mondiale. E’ solo un piccolo contributo per cercare di migliorare la nostra vita quotidiana, nell’impegno comune a rispettare quanto disposto dalle autorità italiane e restare in casa per limitare il diffondersi del virus.