Il burrocacao fa male

Il burrocacao fa male?

Il burrocacao è un alleato immancabile, specialmente nei mesi freddi, per avere labbra protette, sane ed idratate. Ma siamo sicuri che sia davvero così? Scopriamolo insieme.

Burrocacao: chi più ne ha, più ne metta

Alzi la mano chi non esce di casa senza uno stick di burrocacao. E chi lo usa smodatamente per combattere la secchezza delle labbra e le fastidiose “pellicine”. Il comportamento appena descritto ha un nome e si chiama “sindrome” da burrocacao: dopo l’applicazione ed il sollievo momentaneo che ne deriva, le labbra si seccano nuovamente, costringendoci a riapplicare il prodotto in continuazione. Un vero e proprio circolo vizioso!

Il burrocacao fa male

Ma quindi, il burrocacao fa male alle labbra?

Quando si applica sulle labbra un prodotto occlusivo si crea una barriera che ritarda l’evaporazione dell’umidità. Dato che lo strato superiore delle labbra non si secca, lo strato basale “non riceve il segnale” di produrre nuove cellule e si “mette a riposo”. Quando la patina di prodotto svanisce le labbra si seccano e lo strato basale deve d’un tratto mettersi a produrre nuove cellule. Noi comuni mortali però, sentendo la fastidiosa sensazione di secchezza, applichiamo nuovamente il burrocacao, impedendo in questo modo la rigenerazione cellulare.

Ok, abbiamo capito. Ma quali sono le alternative?

Come sempre, non bisogna fare di tutta l’erba un fascio. Non è tanto il burrocacao in sé a fare male, quanto piuttosto gli ingredienti che lo compongono. Dobbiamo porre maggiore attenzione alla composizione dei prodotti, cercando di evitare quelli che contengono i seguenti ingredienti:

  • Paraffinum Liquidum, Mineral Oil: derivano dalla raffinazione del petrolio e, se ingeriti, possono contenere componenti pericolosi per la salute. Quelli saturi sono considerati potenzialmente genotossici (in grado di danneggiare il DNA) e cancerogeni, mentre quelli c.d. “aromatici” possono accumularsi nei tessuti e causare microgranulomi;
  • Aromi artificiali, profumazioni molto forti, glitter “psichedelici”: possono irritare e arrossare le mucose, dare una sensazione di secchezza che porta al bisogno compulsivo di riapplicare il burrocacao;
  • BHT-conservante onnipresente: l’esposizione a lungo termine a dosi elevate di BHT causa problemi al fegato, alla tiroide, ai reni, influenza la funzionalità polmonare e la coagulazione del sangue. In alcuni casi può agire come promotore del tumore e ha un potenziale di bioaccumulo nelle specie acquatiche, secondo quanto rilevato dal Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente.
Il burrocacao fa male

Nella scelta di un prodotto per le labbra inoltre, oltre a fare attenzione agli ingredienti che NON deve contenere, dobbiamo concentrarci sulla presenza di principi attivi funzionali, come la Vitamina E e l’acido Jaluronico. 

Un esempio pratico? Il nostro balsamo occhi e labbra SUPERWOMAN, ricco di ingredienti naturali come l’olio di Jojoba, l’estratto di Ippocastano, la Centella e la Caffeina. Rimpolpa, nutre e rivitalizza le labbra grazie ai Polisaccaridi di Cassia, Acido Jaluronico e Vitamina E; dona inoltre un effetto litfing immediato, combattendo il fastidioso “codice e barre” sulle labbra, grazie a un complesso brevettato a base di Peptidi di Ibisco. 

Da oggi abbiamo un nuovo alleato per combattere la sindrome da burrocacao: SUPERWOMAN!

Correre fa male…alla pelle
Botox-like: cosa significa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close Carrello
Close Preferiti
Close

Close
Navigation
Categorie